WIP

Vai al sito web

Wellness Innovation Project spa, è una azienda attiva dal 2005, con sede a Prato, città da oltre 10 secoli capitale del Tessile Europeo di qualità e con il centro produttivo situato nel cuore verde della bella Valle del Casentino in Toscana.
Il progetto industriale di Ecowip si fonda sui principi della moderna Green Economy: responsabilità sociale di impresa, sostenibilità del prodotto industriale, del suo ciclo vitale e rispetto per la persona non più soltanto “consumatore” ma parte attiva e critica del processo di definizione e impiego del prodotto stesso.
Sviluppatasi attorno ad un team di ricercatori motivati e appassionati, l’azienda ha da sempre concentrato le proprie energie sullo studio delle dinamiche di interazione del prodotto con la salute dell’utilizzatore nonché sull’applicazione delle più innovative scoperte in fatto di nuovi materiali e processi tecnologici dalle caratteristiche ben identificate: sostenibilità, biodegradabilità, salubrità, tracciabilità.

In particolare:
- l’impiego di polimeri naturali derivati da risorse rinnovabili, soprattutto zuccheri complessi ottenuti dalla fermentazione di amido vegetale, alternativi alle plastiche ottenute dal petrolio e di altri materiali naturali come fibre derivati dalla gestione agricola o forestale di tipo biologico e con criteri di sostenibilità certificata
- il rispetto della naturalità delle materie prime impiegate anche con la rinuncia all’impiego di additivi chimici se non richiesti per disposizione di legge
- l’adozione di un innovativo sistema di protezione da possibili contaminazioni durante le fasi di assemblaggio dei prodotti
- l’adozione di pratiche virtuose per la riduzione dei rifiuti e di risparmio energetico.

Lo stabilimento di Castel San Niccolò, specializzato nella produzione di biopannolini, è stato realizzato bonificando un precedente insediamento industriale altamente inquinante, utilizzando pratiche di bioedilizia e gestione sostenibile del territorio.
L’azienda utilizza solo ENERGIA VERDE certificata.

Innovatori per vocazione. Che cosa vuol dire per un’azienda fare innovazione?

Significa innanzitutto credere nelle proprie idee, portarle avanti con passione e determinazione nella consapevolezza di realizzare scelte coraggiose, scelte che possono contribuire al cambiamento della società e al suo concreto miglioramento, spesso sfidando convenzioni e regole consolidate. È proprio questa visione dell’innovazione unita all’etica e a precisi valori di riferimento che contraddistingue l’attività aziendale di Wellness Innovation Project Spa.

In una prospettiva economica in cui l’attività d’impresa si caratterizza per essere ancora troppo poco responsabile verso la società e poco attenta nei riguardi dell’ambiente, la scelta di WIP Spa di realizzare prodotti monouso con l’utilizzo di materiali biologici e compostabili è una scommessa imprenditoriale importante che va sicuramente in controtendenza. Tale scelta dimostra nei fatti che un progetto industriale può essere valido e risultare vincente non solo per l’approccio tecnologico innovativo che reca con sé ma anche per il rispetto nei riguardi della società e per la sostenibilità verso l’ambiente in quanto portatore di una nuova cultura d’impresa. Il progetto industriale di WIP Spa, infatti, è all’avanguardia sotto tutti i punti di vista in quanto fa costante riferimento ai valori; valori su cui è risultato possibile costruire e sviluppare in pochi anni un’importante relazione diretta con i consumatori organizzati ed un’altrettanto forte capacità di aggregazione che ha saputo dare vita ad una vera e propria rete di aziende accomunate dall’interesse a diventare parte attiva di un progetto economico sostenibile apportatore di crescita e sviluppo.

Una missione chiara e ben precisa.
La missione è chiara: lavorare per il benessere e la salute delle persone adottando tecnologie e materiali efficienti, alternativi a quelli sintetici, che consentono di salvaguardare l’ambiente e che già oggi sono disponibili.

In un settore come quello dei prodotti monouso dove l’unica esigenza è rappresentata dal rispetto di grandi volumi di produzione al costo più basso possibile tralasciando qualsiasi altra valutazione, la scelta di WIP Spa si pone in netta antitesi sotto tutti i punti di vista. In coerenza alla propria missione e per dimostrare la validità e l’efficacia del proprio progetto industriale basato sulla ricerca applicata alla produzione, WIP Spa ha scelto di impiegare materie prime innovative, ecologiche, naturali ed ipoallergeniche, ottenute da risorse rinnovabili facendo uso di tecnologie d’avanguardia pulite ed economiche in modo da proporre prodotti alternativi e sostenibili. Ma non solo. L’attenzione rivolta ai valori umani, alla solidarietà e al rispetto della persona fanno sì che l’attività di WIP si differenzi anche sotto il profilo etico. In virtù di questa decisione, non deve stupire che WIP Spa abbia scelto anche di dotarsi di un codice di comportamento che tutti sono chiamati a rispettare e mettere in pratica, collaborando al miglioramento e alla crescita dell’azienda e contribuendo al raggiungimento degli obiettivi secondo le proprie capacità e i propri mezzi.

Una grande idea alla prova del mercato.
Da una piccola azienda nata nel 2005, dalla attività di ricerca condotta sui materiali biocompatibili e dalla determinazione di tre soci (Marco, Fabio Benedetti e Gianni Manto) di applicarla alla produzione di beni monouso, ad una Società per Azioni in costante crescita che continua ad investire in ricerca ed innovazione.

A soli 5 anni dalla sua creazione, WIP Spa è riuscita a rendere evidente la validità della sua idea innovativa e, allo stesso tempo, ha saputo dimostrare anche un grande dinamismo e una rilevante capacità di attrarre imprese e sviluppare una vera e propria rete che, condividendo valori e principi etici, promuove e supporta il suo progetto.

Non è stata certo una decisione facile entrare nel mercato dei beni monouso ed in particolare in quello dei pannolini per bambini, detenuto per il 98% dalle grandi multinazionali. Tuttavia, sin dall’inizio era chiaro l’obiettivo: rendere evidente che esiste un’alternativa ai prodotti convenzionali dimostrando che le plastiche di derivazione vegetale (PLA e Mater-Bi) rappresentano una soluzione valida e praticabile rispetto a quelle derivate dal petrolio il quale, oltre a costituire un problema per un numero crescente di bambini a causa di irritazioni e allergie, contribuiscono in maniera significativa all’impoverimento del Pianeta.

Con oltre 25 miliardi di pezzi prodotti solo in Europa e ben 150 miliardi in tutto il Mondo, è evidente che l’impatto ambientale dei pannolini prodotti in maniera convenzionale rappresenti una questione non più eludibile.

Proprio l’attenzione verso la salute e l’interesse per la questione ambientale hanno favorito la diffusione di forme di consumo più critico e responsabile facendo sì che negli anni successivi i prodotti WIP riscuotessero consenso presso i consumatori più informati e più sensibili a tali tematiche ed in particolare presso i Gruppi di Acquisto Solidale (G.A.S.) con i quali l’azienda ha stabilito, mantenendolo tuttora, un rapporto che le consente di mettere a punto i propri prodotti grazie anche alle critiche e alle esigenze da loro espresse. È in questa maniera che oggi il pannolino per bambini prodotto da WIP è il pannolino monouso con il più alto indice di biodegradabilità al mondo – mediamente pari almeno all’80%. L’obiettivo prefissato è quello di arrivare ad oltre il 90% per ottenere la certificazione di compostabilità.

Il consenso ottenuto a livello nazionale ma in special modo nei Paesi del Nord-Europa, ha fatto sì che i prodotti WIP ottenessero la certificazione “SWAN ECOLABEL” promosso dalle aziende di certificazione Nordik Ecolabel. Lo standard SWAN è l’unico che prevede la certificazione di prodotti monouso come pannolini o assorbenti igienici ed è riconosciuto dalle più importanti catene di distribuzione del Nord Europa, dalle associazioni ambientaliste e dai circuiti dei negozi biologici.

Il 2009. L’anno della svolta
Per far fronte al trend positivo e alle richieste sempre crescenti provenienti dal mercato si è manifestata la necessità di attivare una nuova linea di produzione interna. Sono soprattutto le grandi catene europee della GDO che intendono inserire tra le referenze a marchio proprio i pannolini ecologici prodotti da WIP Spa per commercializzarli in tutta Europa.

Così nel 2009, in un’ottica di filiera e con l’obiettivo di sviluppare ulteriormente la propria rete basata sulla condivisione dei principi e dei valori e implementare così il nuovo piano industriale, WIP ha ridefinito la propria ragione sociale diventando una Società per Azioni, con una capitalizzazione che ha raggiunto quasi i cinquecentomila Euro, e individuando una serie di soci importanti tra cui Sefea, la Società Europea di Finanza Etica e Alternativa nata per fornire supporto finanziario alle attività che promuovono uno sviluppo economico fondato su valori. L’ingresso di Sefea tra i soci azionisti e tutte le sinergie createsi con l’intero Sistema Banca Etica – rappresenta il riconoscimento importante dell’impegno profuso nell’attività e la conferma che fare impresa all’insegna di principi e valori nel rispetto dell’ambiente e della società non solo è possibile ma è la strada maestra da seguire per uno sviluppo sostenibile e duraturo. La trasformazione in Società per Azioni ha così permesso a Wip Spa di dare il via alla realizzazione del nuovo stabilimento situato a Castel San Niccolò, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, a pochi chilometri Km da Arezzo.

Un impianto produttivo all’avanguardia
Inaugurato nel Gennaio 2010, il nuovo impianto produttivo di WIP Spa a Castel San Niccolò si inserisce perfettamente nella filosofia da sempre adottata dall’azienda che pone al centro della propria attività la tutela dell’ambiente e del consumatore attraverso la creazioni di prodotti ottenuti da risorse rinnovabili. Proprio per questo, la scelta della località non è stata casuale ma legata a precise ragioni che puntano a dimostrare che è possibile condurre un’attività produttiva nel rispetto dell’ambiente, promuovere un’attività industriale sostenibile in grado di integrarsi con il territorio e la comunità, creare una cultura del riutilizzo e del consumo responsabile attraverso la formazione e l’informazione. Con il supporto delle amministrazioni pubbliche locali ed in particolare con la collaborazione dell’Ente Parco ed il Comune di Castel San Niccolò, la linea produttiva di pannolini biodegradabili ed ipoallergenici è stata installata in un sito industriale fortemente inquinato dove venivano prodotti pannelli di poliuretano espanso. La struttura è stata recuperata dalla WIP Spa che ha proceduto alla sua completa bonifica e alla trasformazione in una fabbrica a basso impatto ambientale. Infatti, nello stabilimento sono presenti soluzioni tecnologiche innovative e all’avanguardia concepite per garantire non solo la salubrità del prodotto igienico ma la sicurezza dell’attività industriale.

WIP Spa ha realizzato in collaborazione con la ditta italiana Canalair – anch’essa entrata nel capitale sociale di WIP – un impianto sperimentale per la depurazione e depolverizzazione delle aree di produzione attraverso un complesso sistema di recupero e riciclo di aria che ne prevede persino la microfiltrazione. L’impianto, che consente riduzioni di consumi elettrici, incrementa l’efficienza e la resa della linea di produzione di ben il 20-30%. Anche per la fornitura di energia elettrica, WIP Spa ha puntato alla scelta di un operatore in grado di fornire energia da fonti rinnovabili e, contemporaneamente, sta studiando la possibilità d’installare impianti per la produzione di energia pulita (fotovoltaico ed eolico) in modo da coprire almeno il 15-20% del fabbisogno energetico.

Informare e formare
Il nuovo stabilimento si caratterizza non solo per la serie di soluzioni innovative adottate per il miglioramento dei processi produttivi ma anche per l’attenzione alla formazione, alla didattica e all’informazione rivolta ai consumatori, ai professionisti (distributori, commerciali, ecc.) ma, soprattutto, alle nuove generazioni per promuovere la cultura della sostenibilità e del consumo responsabile.È in tale ottica che WIP Spa ha scelto di creare un vero e proprio centro studi all’interno della sede produttiva per offrire un canale diretto con la comunità ed illustrare le peculiarità del progetto WIP.

Materie prime sostenibili
La grande attenzione che WIP Spa rivolge alla qualità dei suoi prodotti diviene ancor più evidente nella ricerca e nella selezione delle materie prime, materie ad elevato valore aggiunto.
Un lavoro impegnativo e non facile quello della selezione in quanto avviene non solo seguendo rigorosi criteri di qualità e sicurezza ma in base a valutazioni di carattere etico ed ambientale che, tra l’altro, offrono precise garanzie per quanto riguarda tracciabilità e trasparenza. È proprio per questo motivo che WIP adotta materie prime provenienti da fonti rinnovabili come il Mater-Bi® e il PLA -biopolimeri ottenuti da amidi vegetali- per la realizzazione di pellicole film e imballaggi; cotone certificato biologico e fair-trade proveniente da coltivazioni biologiche in Paraguay e gestito all’interno di un progetto di commercio equo e solidale; cellulosa proveniente da foreste finlandesi coltivate con criteri di sostenibilità ambientale e lavorata senza l’utilizzo di cloro per i trattamenti di igienizzazione. La grande attenzione rivolta alla selezione dei materiali unita all’attenzione in ogni fase del processo produttivo fa sì che i prodotti siano stati certificati dagli Istituti di Ricerca delle Università di Ferrara e di Parma come anallergici, non irritanti e quindi ottimamente tollerabili su qualsiasi tipo di pelle.

Contatti

Via Rimini, 49 – 59100 Prato (PO)
Servizio Clienti n.verde 800 912 407
Indirizzo mail: info@ecowip.com

www.ecowip.com
Facebook: Naturaè

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply





Perché?